La Social Card ‘Dedicata a te’ aumenta a 500 euro da settembre: stanziati 676 milioni

L'importo della social card 'Dedicata a te' per le famiglie con redditi bassi e figli a carico aumenterà da 460 a 500 euro.
social card aumento settembre

L’importo della social card ‘Dedicata a te’ per le famiglie con redditi bassi e figli a carico aumenterà da 460 a 500 euro.

La carta può essere utilizzata per acquistare beni alimentari e altri prodotti, con la distribuzione prevista per settembre.

Queste informazioni sono state presentate dal ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida, insieme al ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Elvira Calderone, e altri rappresentanti governativi.

La nuova edizione della Social Card

Il ministro Lollobrigida ha annunciato che per la social card ‘Dedicata a te’ sono stati stanziati 676 milioni di euro, con un aumento di 40,3 euro per tessera e un incremento del numero dei beneficiari, che ora sono 1.330.000.

Il decreto ministeriale che avvia la misura è stato firmato il 4 giugno, garantendo che tutti i beneficiari avranno la carta entro settembre.

Sono state inoltre introdotte nuove categorie di acquisto, tra cui prodotti Dop e Igp, ortaggi surgelati, prodotti da forno, tonno e carne in scatola.

L’impatto del Governo Meloni

Rispondendo a una domanda durante la conferenza stampa, il ministro Lollobrigida ha sottolineato che l’intervento non è una “ricottina” ma un “intervento massiccio” per combattere il disagio sociale, affermando che sotto il governo Meloni questo è diminuito.

Ha aggiunto che il governo è stabile e lavora in sintonia tra i vari ministeri e enti. Lollobrigida ha inoltre evidenziato che l’eliminazione del reddito di cittadinanza per chi è abile al lavoro ha portato a un aumento dell’occupazione e ha contribuito a una maggiore equità e giustizia sociale.

Fondi aggiuntivi e controlli sui beneficiari

Il ministro Lollobrigida ha ringraziato il ministro Giorgetti per aver mantenuto le risorse destinate alle famiglie in difficoltà nonostante le difficoltà di bilancio.

Ha sottolineato che la social card fa parte di un insieme di interventi, inclusi 200 milioni di euro per gli enti caritatevoli.

I controlli sui beneficiari della social card saranno ora effettuati ex ante, garantendo che la misura venga erogata a chi ne ha veramente diritto, come spiegato dal presidente dell’Inps, Gabriele Fava.

Social card, supporto alle famiglie

La ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Elvira Calderone, ha evidenziato che la social card nel 2023 ha raggiunto persone e famiglie bisognose di sostegno.

Ha sottolineato che la nuova formulazione della carta è ancora più accogliente, soprattutto per quanto riguarda l’importo messo a disposizione.

La ministra ha anche rimarcato l’importanza di non gravare i cittadini con adempimenti eccessivi, utilizzando la tecnologia e la collaborazione con l’Inps per rendere il processo più efficiente.

Inoltre, l’assegno di inclusione ha già raggiunto quasi 700.000 nuclei familiari, dimostrando l’efficacia dei nuovi strumenti di supporto rispetto al precedente reddito di cittadinanza. La ministra Calderone ha ribadito l’importanza di un controllo sinergico tra ministero del Lavoro, Inps e altri enti per garantire che il sostegno arrivi a chi ne ha realmente bisogno.

Leggi anche: Taglio dei tassi di interesse dalla BCE: quali sono gli impatti sui mutui?

News correlate...