231 al bivio dei vent’anni

Riflessioni su una normativa che ha cambiato il Diritto penale

Tutti gli eventi e le tavole rotonde saranno trasmessi live su Le Fonti TV

A giugno 2021 il D.Lgs. 231/2001 compirà vent’anni. Nel 2001 con il D. Lgs. 231, avente ad oggetto la responsabilità amministrativa da reato degli enti, il Legislatore prendeva formalmente atto dello sviluppo di forme di “criminalità d’impresa”. Una vera e propria rivoluzione per quei tempi!

Nato con un ambito di applicazione ridotto a pochi delitti dolosi, il D. Lgs. 231/2001 ha visto negli anni aumentare significativamente le fattispecie in grado di determinare una responsabilità delle società e l’elenco dei “reati presupposto” comprende oggi una pluralità di fattispecie.

La compliance 231 ha mostrato ancor di più tutta la sua crucialità in questi ultimi mesi di straordinario contesto emergenziale, movimentando la vita delle imprese e costringendole a rimettere mano ai loro Modelli per rimanere compliant.

Nel corso della 3° edizione della TV Week dedicata al diritto penale d’impresa, organizzata in esclusiva da Le Fonti, i protagonisti della settimana avranno modo di riflettere e confrontarsi su:

• Allargamento della 231 alle piccole imprese: in assenza del carattere di obbligatorietà, come portare la compliance 231 ad assumere una solida centralità nella gestione delle imprese di più limitata dimensione
• Migliorare l’organizzazione aziendale attraverso la compliance: come caratterizzare l’ambiente operativo aziendale attraverso buone pratiche e processi più controllati ed efficienti
• L’importanza di un modello tailor-made: perché non affidarsi a Modelli copia e incolla? L’importanza di stilare il Modello in funzione delle specifiche esigenze di business ed organizzative, a partire dai singoli modelli di organizzazione e di gestione
• I punti cardine della compliance 231
– mettere a sistema la predisposizione, l’attuazione e la vigilanza sul Modello
– coltivare in azienda una cultura di comunicazioneformazione ed aggiornamento del Modello
– Il ruolo dell’Organismo di Vigilanza
• Applicazione giudiziale della normativa: come migliorare la concreta applicazione del Decreto e mitigare l’incertezza giurisprudenziale
 Un raggio d’azione in continuo ampliamento: riflessioni sulla recentissima introduzione dei reati tributari tra i “reati presupposto” della responsabilità degli enti
• Modernizzare la Norma: su quali direttrici muovere un intervento di riforma
• Soluzioni strategiche dal mondo tech: il ruolo dell’intelligenza artificiale sui sistemi di compliance interni

Nella scorsa edizione
0 Milioni
Telespettatori
0
Ore di diretta TV
0
Aziende leader partecipanti
0
Relatori e professionisti
0
Tavole rotonde

Speaker di questa edizione

Mattia Bastoni

Ceo
FABILIA GROUP

Emiliano Berti

Head of Legal & Compliance Europe
NOKIA

Silvia Castellari

Partner
ACCOLLA E ASSOCIATI

Alessandra Ferrari

General Counsel
A2A

Damiano Giunti

Avvocato e Co-Founder
COMPLIANCE C231

Giorgio Martellino

General Counsel
AVIO

Fabio Montagna

Responsabile Area Large Corporate
CRÉDIT AGRICOLE ITALIA

Chiara Padovani

Avvocato e Fouder
STUDIO LEGALE PADOVANI

Francesco Pergolini

Head of Litigation
VODAFONE

Giorgio Perroni

Founding & Managing Partner
PERRONI E ASSOCIATI

Top speaker della scorsa edizione

Eriberto Rosso - Segretario dell’Unione delle camere penali italiane - Le Fonti TV

Eriberto Rosso

Segretario
UNIONE DELLE CAMERE PENALI ITALIANE

Alessandro Bastianello

Alessandro Bastianello

Presidente
COMMISSIONE CARCERI DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MILANO

Giovanna Di Rosa

Giovanna Di Rosa

Presidente
TRIBUNALE DI SORVEGLIANZA DI MILANO

Maurizio De Cicco - Roche - Le Fonti TV

Maurizio de Cicco

Presidente e Amministratore Delegato
ROCHE

Carlo Simone Massenti

Vice President Legal Italy and Western & Southern Region
ASTRAZENECA

Celeste Tufano - Bain & Company Italy - Le Fonti TV

Celeste Tufano

Senior Counsel, EMEA
BAIN & COMPANY ITALY

Filippo Corsi - Hitachi Rail

Filippo Corsi

General Counsel e Chief Compliance Officer
HITACHI RAIL

Filippo Fonzi - Unieuro

Filippo Fonzi

Legal Director
UNIEURO

Andrea Di Paolo - British American Tobacco

Andrea Di Paolo

Responsabile Affari Legali e Regolatori Sud Europa
BRITISH AMERICAN TOBACCO

Raffaele Gnazzi - Novomatic Italia

Raffaele Gnazzi

Direttore Legal & Compliance
NOVOMATIC ITALIA

Marina Montotti - BNP Paribas Real Estate

Marina Montotti

General Counsel
BNP PARIBAS REAL ESTATE

Marco Pessi - OVS

Marco Pessi

General Counsel
OVS

Cristina Rustignoli - Generali Italia

Cristina Rustignoli

General Counsel
GENERALI ITALIA

Paolo Quaini - Alitalia

Paolo Quaini

General Counsel
ALITALIA

Pierluigi Zaccaria - SEA

Pierluigi Zaccaria

Head of Legal Affairs
SEA

Partner di questa edizione

Partner della scorsa edizione

Programma Coming Soon

Main event

Eventi televisivi

9 novembre 2020
dalle 10.30

Sistema di incentivi e Decreto 231. Criticità e correttivi

Nel Decreto 231 del 2001 il legislatore, per spingere le società ad adottare un modello organizzativo, ha disegnato un sistema di incentivi che appare imperfetto. Se da un lato la concessione di tali benefici è condizionata all’adozione di un modello “idoneo”; dall’altro, manca un parametro normativo certo che possa guidare la società in fase di redazione del proprio modello organizzativo. Le società si trovano così ad investire in compliance, dotandosi di un modello 231, non sapendo tuttavia se il loro sforzo verrà ricompensato in modo adeguato nel caso in cui venga avviato un processo nei loro confronti. Tale criticità è amplificata da un approccio “rigido” della giurisprudenza, sempre più propensa a condannare l’ente in sede processuale. Nel corso della trasmissione verranno indicati alcuni possibili correttivi per rivitalizzare la disciplina contenuta nel Decreto 231, salvaguardandone la ratio di prevenzione

Relatori

Damiano Giunti

Avvocato e Co-Founder
COMPLIANCE C231

10 novembre 2020
dalle 10.30

Modello 231 alla prova del Covid-19

Il modello 231 è diventato sempre più cruciale per la gestione di un efficace sistema di compliance interna.
Negli ultimi mesi, il susseguirsi di normative diversificate ha richiesto un costante aggiornamento dei protocolli di sicurezza e ha messo alla prova le aziende. Soprattutto quelle operanti in settori con un profilo di rischio particolarmente alto, come nel caso dell’hôtellerie.
Nel corso della trasmissione, grazie al contributo della penalista Silvia Castellari, verranno analizzate le best practice per predisporre un modello 231 a prova di controlli, a partire dal caso virtuoso di Fabilia Hotel Group.
Come individuare i protocolli di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19?
Quali azioni di monitoraggio e aggiornamento sono necessarie per garantire la tenuta del modello 231?
Sono solo alcune delle domande a cui proveremo a dare una risposta.

Relatori

Mattia Bastoni

Ceo
FABILIA GROUP

Silvia Castellari

Partner
ACCOLLA E ASSOCIATI

11 novembre 2020

Coming soon

Relatori

Marco Burattino

Italy Sales Director
GUIDEWIRE

12 novembre 2020
dalle 15.30

La rilevanza del risk management
nella gestione d’impresa

Un efficace sistema di gestione del rischio dovrebbe contribuire a una conduzione dell’impresa coerente con gli obiettivi strategici e aiutare il management ad assumere decisioni consapevoli.
Tuttavia, negli ultimi anni le aziende si stanno confrontando con un crescente aumento dei profili di rischio, e delle conseguenze penali ad essi legate, anche in contesti in cui i framework di riferimento non sono sufficienti a fare da scudo.
Nel corso della trasmissione parleremo di:
Sistemi di gestione del rischio e contesto normativo
Come creare valore d’impresa attraverso il risk management
Evoluzione del risk management
L’importanza di un approccio globale
Presidio del rischio e corporate strategy

Relatori

Emiliano Berti

Head of Legal & Compliance Europe
NOKIA

Francesco Pergolini

Head of Litigation
VODAFONE

Alessandra Ferrari

General Counsel
A2A

Giorgio Martellino

General Counsel
AVIO

Chiara Padovani

Avvocato e Fouder
STUDIO LEGALE PADOVANI

13 novembre 2020
dalle 10.00

La Riforma della crisi d’impresa

I reati di natura fallimentare sono stati acuiti dalla crisi di liquidità generata dalla pandemia da Covid-19. Non è un caso che il Consiglio dei ministri, nella seduta del 18 ottobre 2020, abbia approvato lo schema del decreto legislativo che integra e corregge il Nuovo Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza del 2019. Le nuove norme intervengono a chiarire la portata delle disposizioni del Codice della crisi d’impresa, introducendo anche alcune modifiche di coordinamento della disciplina relativa ai diversi istituti ivi previsti. Nel corso della trasmissione cercheremo di capire come reagisce il sistema bancario in caso di aziende non performing, quali sono gli indicatori di rischio e quali sono gli strumenti per evitare che una situazione diventi patologica.

Relatori

Fabio Montagna

Responsabile Area Large Corporate
CRÉDIT AGRICOLE ITALIA

Giorgio Perroni

Founding & Managing Partner
PERRONI E ASSOCIATI

Diventa sponsor dell'evento

Se desideri saperne di più e diventare sponsor dell’evento, compila il form con i tuoi dati.

Il nostro team ti contatterà il prima possibile per approfondire le diverse opportunità previste per la sponsorizzazione e per aumentare la visibilità sul tuo target di riferimento.

Scroll to top