Il mattone dei medici finisce in Regione (e in Parlamento)